Buttanissima

“Zelensky non va preso sul serio”
Il gelo della Meloni su Berlusconi

«Io parlare con Zelensky? Se fossi stato il presidente del Consiglio, non ci sarei mai andato, perché stiamo assistendo alla devastazione del suo paese e alla strage dei suoi soldati e dei suoi civili». Il motivo? «Bastava che cessasse di attaccare le due repubbliche autonome del Donbass e questo non sarebbe accaduto, quindi giudico, molto, molto negativamente il comportamento di questo signore». Lo ha affermato oggi il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dopo aver votato per le Regionali in via Ruffini, a Milano, rispondendo alle domande dei giornalisti in merito alla situazione ucraina. Le parole del leader di Forza Italia creano il caos nella compagine di governo, come rivela il Corriere della Sera: "Giorgia Meloni è colpita, dispiaciuta a dir poco. A caldo, la premier confida ai ministri che..

Questo Palermo sa volare. Sconfitta anche la Reggina

Di fronte a 26 mila spettatori, il Palermo batte 2-1 la Reggina, coglie il terzo successo di fila (e il nono risultato utile consecutivo) e risale la classifica: i rosanero adesso occupano la sesta posizione, in piena zona playoff. Si decide tutto nella ripresa: vantaggio dei padroni di casa con Brunori su rigore, pari ospite siglato da Strelec e rete decisiva, a dieci minuti dal termine, di Soleri. Soddisfatto Corini nel post partita: "La Reggina ha dimostrato di essere una grande squadra – ha detto l'allenatore rosanero -. È stata una partita intensa, nel primo tempo potevamo fare meglio in fase offensiva. La squadra era un po’ frenetica, sentivamo il peso della gara. Nella ripresa abbiamo approcciato bene. È stata una prestazione fatta bene: peccato prendere il gol del pari...

Appalto truccato al Cas: 3 arresti.
Dipasquale (Pd): Lo avevamo detto

Dalle prime ore di oggi la Direzione Investigativa Antimafia di Messina sta eseguendo nella provincia di Messina e nel nord Italia un'ordinanza di misure cautelari emessa dal Gip del Tribunale peloritano, su richiesta della locale Procura, nei confronti di quattro persone accusate in concorso di turbata libertà del pubblici incanti. Si tratta di un dirigente, oggi in quiescenza, del Consorzio per le Autostrade siciliane che si trova ora ai domiciliari e di tre imprenditori a capo di un'impresa leader nella fornitura di servizi attinenti la rete viaria. Due degli imprenditori sono ai domiciliari, il terzo è stato raggiunto dalla misura interdittiva del divieto di esercitare o ricoprire uffici direttivi di persone giuridiche ed imprese per sei mesi. Le indagini della Dia, coordinate dalla Procura della Repubblica di Messina, hanno fatto..

E sulla scena irrompe Crocetta
“A Catania mi vogliono sindaco”

Bastano poche dichiarazioni, rilasciate a Live Sicilia, per scaldare la vigilia delle Amministrative di Catania. Protagonista l'ex governatore Rosario Crocetta, che dal 2017 ha abbandonato la politica attiva: “So che a Catania c’è tanta gente che mi vuole candidare a sindaco”, ha detto Crocetta. Che però non intende sbilanciarsi più di tanto. “Io non le sto dicendo che sono candidato - è la replica alla collega Roberta Fuschi - ma che tanta gente che proviene dalla società civile mi vuole”. L'ex presidente della Regione, già sindaco di Gela, ha una ricetta anche per il comune etneo: “Bisogna mettere su un progetto per Catania dopo le esperienze che l’hanno messa in ginocchio. Parliamo di una città dalle enormi potenzialità penso al porto, all’area industriale e al turismo”. "Più che candidarmi -..

Gerenza

Buttanissima Sicilia quotidiano online è una testata regolarmente registrata. Registro generale n. 223.
Registro della Stampa n.5 del 24/01/2018 presso il Tribunale di Palermo

Editore: Salt & Pepper S.r.l. Tel +39 091 7302626 P.IVA: 06680540827

Direttore responsabile Giuseppe Sottile

Change privacy settings

Contatti

+39 091 7302626
www.buttanissima.it
Via Francesco Scaduto, 2/D – Palermo
Questo sito è associato alla
badge_FED