DIRETTO DA GIUSEPPE SOTTILE

Operette Immorali

Ma il bullo non prova
né rossore né vergogna

L’hanno sputacchiato da tutti i banchi dell’Ars. L’hanno spernacchiato soprattutto i suoi ex compagni di partito, quelli di Forza Italia, gli stessi che per assecondare un capriccio di Berlusconi, gli avevano consentito di diventare il braccio destro di Musumeci. Sono stati impietosi. Gli hanno rinfacciato di non avere saputo raggiungere un’intesa con lo Stato e hanno lasciato intendere che lui andava a Roma non per portare soldi alla Regione ma per scroccare al governo gialloverde un altro strapuntino di potere, magari un posto nel consiglio di amministrazione della Cassa di depositi e prestiti o la possibilità di ficcare la manina nel ricco affare della digitalizzazione. Povero bullo. Lo hanno bastonato per benino. Lui ha farfugliato due parole nel tentativo di spalmare le colpe su Musumeci ed è rimasto attaccato alla poltrona. Senza rossore e senza vergogna.


Buttanissima Cultura

Il Sabato del Villaggio

Buttanissima Scuola

Ritratti alla Buttanesca

Buttanissime Meraviglie


La Lettera Scarlatta

La notte fonda di Sottile
tra storie ed emozioni

di Per una volta che Salvo Sottile si scosta dal lavoro, e decide per una passeggiata all’aria aperta in via del Babuino, a Roma, una scena di imbarazzante normalità lo scuote: sono le 11 di sera, un ragazzo che procede a passo lesto, le mani in tasca e gli occhi semichiusi; davanti a lui una signora ben agghindata, sui 60 anni, borsetta e un filo di perle al collo. L’uno e l’altra, quanto di più lontano. Le loro traiettorie s’incrociano, ed esse con lo sguardo di Sottile, che abituato com’è alle storie bizzarre, fiuta il pericolo: uno scippo? E’ quello che crede la donna, la quale, a mo’ di difesa, impenna vorticosamente la borsetta e si presta a un fare scurrile. Colpa di ciò che non vede, ma è comunque portata a vedere: un’insidia. Crede che il giovane, un rom dall’aspetto trascurato, sia pronto al colpo del secolo. Invece no. Comincia da qui, da quella passeggiata anonima in via del Babuino, il racconto di “Notte Fonda”, il romanzo di Salvo Sottile che si congiunge a più riprese con “Prima dell’alba”, la fortunata trasmissione di Rai 3, che il prossimo 17 giugno, reduce da un’ottima seconda stagione, varcherà le porte della prima serata. Corre o va in bici Sottile quando non lavora. Quella volta no, passeggia liberamente. Si prende una borsettata sul naso e poi conosce Manuel, gli offre un caffè, ci parla. Perché la notte è la straord..
Continua a leggere

Facebook Awards



Buttanissime Notizie

Talè

Ogni buon giornale che
si rispetti ha almeno
due belle donne che si fanno
guardare

Già visto già letto