DIRETTO DA GIUSEPPE SOTTILE

Operette Immorali

La memoria corta
dei nuovi tartufi

Se dici “gioco a nascondere” e sei un animo gentile, ti viene in mente Lucio Piccolo e quella sua meravigliosa raccolta di poesie: “Da molti anni sono morti i mandolini e le chitarre, ma stasera girano le serenate...”. Poi pensi però che quel gioco è diventato il nuovo vizietto della politica siciliana e ti cascano le braccia. Avete visto con quanta arte tartufa il guerrigliero Leoluca Orlando si è inabissato pur di non mettere il nasino fuori mentre imperversava la sanguinosa battaglia del Pd, che ufficialmente è il suo partito? Il vizietto sembra avere conquistato pure Nello Musumeci. Il Governatore, ad esempio, ha segnato a dito personaggi e interpreti del crocettismo ma ha dimenticato di citare i dirigenti di quel sistema che lui ha inglobato nel suo governo: da Perillo a Cocina, da Bologna a Bellomo. Ma si sa che i tartufi hanno la memoria corta. Perdonateli.


Buttanissima Italia

Il Sabato del Villaggio

Ritratti alla Buttanesca

Buttanissimi Eventi

Buttanissime Meraviglie

La Lettera Scarlatta

Il mea culpa
di un intruso nel Pd

di Caro direttore, Lei mi scuserà se ho involontariamente trasformato il suo giornale in una piattaforma di polemica su scala regionale. Tutto potevo immaginare, fuorché scatenare le ire funeste di alcuni democratici ed attirarmi, forse, le simpatie di altri. E certo mi scuserà se torno sull’argomento, non tanto per ribadire ciò che ho già detto e scritto, quanto per sottolineare la debolezza di una politica, che entra in crisi se solo un militante forzista dichiara di votare alle primarie del Pd perché vuol contribuire al rafforzamento del fronte moderato di questo Paese. Il vero tema è questo, questa la battaglia che, dall’altra parte della barricata, noi moderati dobbiamo intestarci: ridare forza alla politica, in un momento storico in cui essa è forte solo di stomaco... meglio, di pancia. Oggi, più che mai, la politica parla; parla con durezza, parla con determinatezza, parla con forza, ma parla e basta. Parla alla pancia, parla al vento, parla di niente. Lasciamolo fare agli altri, che parlino pure. Noi dobbiamo essere di più di questo, noi dobbiamo essere migliori di questo. Le polemiche, le questioni, le insinuazioni, i congressi, i gazebo, gl’infiltrati, i complotti... a chi volete che interessino queste cose? È questa la politica? O è, questo, il modo peggiore per alimentare l’antipolitica e tutti i suoi più beceri derivati? Mea culpa! Non..
Continua a leggere

Via Facebook




buttanissime notizie

Galleria dei ritratti

Buttanissimi Sguardi

Ogni buon giornale che
si rispetti ha almeno
due belle donne che si fanno
guardare

Buttanissima talent

Vuoi diventare blogger di
ButtanissimaSicilia?
Scrivici, se il tuo articolo ci
piace lo pubblicheremo.

Buttanissima Newsletter

Resta sempre aggiornato
con le nostre ultime
buttanate e commenta gli
articoli

Galleria dei ritratti

Già visto già letto