DIRETTO DA GIUSEPPE SOTTILE

Operette Immorali

Il modo migliore
per onorare Tusa

Ci sono tanti modi per onorare la memoria e l’impegno di Sebastiano Tusa, l’assessore ai Beni culturali morto nel marzo scorso in un incidente aereo. La vedova e i figli hanno deciso di istituire una fondazione con l’obiettivo di mantenere vivo il suo insegnamento e di tutelare il vasto patrimonio culturale accumulato con i suoi studi e le sue ricerche archeologiche. Un’iniziativa meritoria. Al servizio della quale il presidente Musumeci metterà a disposizione mezzi e risorse della Regione. Bene. Basterà questo slancio per dire che si è fatto tutto ciò che c’era da fare? Forse sarebbe stato più utile nominare un assessore che avesse la forza e l’autorevolezza di proseguire il cammino intrapreso dal professore. Musumeci invece ha preferito tenere per sé la delega. Trasformando di fatto i Beni Culturali in una malinconica foresteria di Palazzo d’Orleans. Peccato.


Lettura della domenica

Il Sabato del Villaggio

Buttanissime Meraviglie

Ritratti alla Buttanesca

Buttanissime Televisioni


La Lettera Scarlatta

Quei vecchi negozi
non solo da ricordare

di "L’altra mattina, riordinando nella libreria dell’ufficietto di mio nonno, ho trovato carte che risalgono a prima del 1890. L’attività commerciale potrebbe dunque essere antecedente ai 130 anni ufficiali". Filippo Bonomolo, 47 anni, si chiama come il nonno e come il trisavolo e l’«ufficietto» sta nell’ammezzato sopra il negozio di materiale idraulico che da un secolo e tre decenni s’affaccia su via Volturno, a trenta metri da Porta Carini, con il retrobottega che si incunea fino alle Mura di San Vito. E’ uno dei 37 che hanno ricevuto da Confcommercio il riconoscimento di «negozio storico di Palermo», iniziativa in collaborazione con il Comune, un premio alle attività artigianali e commerciali della città con almeno mezzo secolo di lavoro sulle spalle. Abbigliamento e calzature, gioiellerie, articoli sportivi e tecnici, agenzie di viaggio, tabaccherie, profumerie, ristorazione, torrefazioni, drogherie, enoteche, caffetterie, edicole, autoricambi: esercizi commerciali che sono stati la storia e il volto (con le loro insegne e i loro marchi) della città, a cavallo tra il secolo scorso e l’attuale, a volte anche da fine ’800. La lista – doverosa – dei premiati: Antica Pizzeria Bellini; Bar Santoro; Barone Gomme; Bonomolo Irrigazione; Bottiglieria Champagneria del Massimo; Cartoleria Ausilia; Casa del Brodo; Centro Carne; Dell’Oglio; Di Benedett..
Continua a leggere

Facebook Awards



Buttanissime Notizie

Già visto già letto