DIRETTO DA GIUSEPPE SOTTILE

Operette Immorali

Quel che resta
di Palermo: nulla

Non soffermatevi sui cumuli di immondizia che ammorbano la periferia e anche le strade del centro. Non fissate lo sguardo sullo scandalo dei Rotoli, con le mille bare accumulate sotto un capannone e spesso sventrate dal caldo che non dà pace ai vivi e nemmeno ai morti. Non badate allo strazio del traffico né alle scempiaggini di un assessore che vuole imporre alla città rivoluzioni che la città non accetta. Evitate pure di guardare le erbacce che invadono i marciapiedi perché nessuno le estirpa e chiudete un occhio – ma senza finirci dentro – davanti alle buche che nessuno ripara. Evitate anche di lamentarvi per la Tari che raddoppia o per la carta d’identità che non si riesce a rinnovare. Fatevi solo una domanda: che cosa resta di Palermo? Nulla. Nemmeno l’antimafia: chi crede più ai proclami di un sindaco che ha portato la città sotto la soglia della decenza?


Buttanissima Pandemia

Il Sabato del Villaggio

Buttanissima Regione

Buttanissime Idee

Buttanissime Meraviglie


La Lettera Scarlatta

Donato lascia la Lega
“Mi spiace per Salvini
ma comanda Giorgetti”

di Francesca Donato, adesso, è fuori dalla Lega, Dopo qualche giorno di riflessione, l'europarlamentare eletta nelle circoscrizioni Isole (e originaria di Palermo), ha deciso di andarsene. Per il momento, a Bruxelles, rimarrà nel gruppo di Identità e Democrazia, ma da indipendente. "Io credo nella libertà individuale e nel principio di autodeterminazione delle scelte sulla salute - ha detto la Donato a Repubblica -. Principi inderogabili che questo governo sta violando. Non posso più stare in un partito che sostiene l'esecutivo Draghi". Il Carroccio non vorrebbe più lasciarla parlare (ma non le ha mai impedito di usare Twitter o di comparire in tv), anche se l’europarlamentare del Carroccio ha già parlato abbastanza, e spesso a sproposito, su temi di carattere scientifico. Sostiene, ad esempio, che i malati di Covid debbano prendere l’ivermectina, un farmaco che si dà alle mucche (sconsigliato da Ema e Aifa). La Donato, in generale, ha sofferto lo spostamento dell'asse leghista verso le posizioni di Giorgetti e Zaia, che su certi temi hanno costretto Salvini a inseguire: "Il segretario - ha ammesso la Donato - si trova in una posizione delicata. Rappresenta un partito con diverse anime, ma c'è una prevalenza della linea dei presidenti di Regione e dei ministri, capeggiati da Giorgetti, a favore delle scelte del governo Draghi. Il segretario ha cercato di dare forza a quanti come me giudicano che le decisioni sul Green Pass siano sproporzionate e inadeguate. Salvi..
Continua a leggere

Facebook Awards



Già visto già letto

Buttanissimi Flash - Le altre notizie