Toi Bianca

Sindaco maramaldo?
La crociata
del comune di Siracusa

Ci saranno certamente immancabili e inattaccabili ragioni giudirico-amministrative per giustificare l’incarico affidato dal Comune di Siracusa all’avvocato Pinello Gennaro da Rosolini. E inequivocabilmente la parcella ipotizzata sarà in linea con tutti i parametri deontologici e i tariffari della professione forense. Quindi non c’è notizia che non sia esclusivamente politica. Perché l’avvocato Pinello (che di politica se ne intende essendo stato nel 2018 candidato a Sindaco di Rosolini con un rassemblement di liste civiche) è stato incaricato da Francesco Italia di resistere a nome del Comune di Siracusa presso il TAR contro il ricorso che 11 consiglieri comunali decaduti hanno presentato contro la loro medesima (anche imbarazzante) decadenza. I fatti. E’ stato, manco a dirlo, Vincenzo Vinciullo a tirare fuori la storia con un comunicato stampa diffuso ieri mattina assieme ai..

Italia, da sindaco a podestà

Dopo la sentenza del Cga, a Siracusa decide tutto lui: il Consiglio comunale è stato fatto fuori da una norma di Crocetta

Siracusa generosa
con i Caravaggio
degli altri

Ma il "Seppellimento di Santa Lucia", dipinto da Merisi nel 1608, potrebbe finire in prestito a Rovereto. In teoria per un restauro. Lo ha comunicato Sgarbi al nuovo assessore Samonà

Cinquanta sfumature di tampone

Quelli effettuati a Siracusa sono vari, cangianti, plurali e plurimi, a volte adulteri altre si sospetta adulterati. Puntuali raramente, ritardatari spesso

I tamponi di Siracusa e
le streghe di Edimburgo

Ai tempi dell’inquisizione si sa che le streghe avevano problemi. E streghe erano in linea di massima tutte le donne che rompevano le scatole, che osavano parlare troppo, che erano sessualmente libere (per quanto i tempi lo consentissero) o che erano semplicemente un po’ strambe. A Edimburgo c’è un ponte il “North Bridge” conosciuto anche come il ponte della Morte o il Ponte del Diavolo. La brutta fama nasce dal fatto che è stato realizzato (nell’ottocento) nell’area dove prima c’era un lago, il “Nor Loch”, dove si praticava il “Witch-Ducking”. In pratica le presunte streghe venivano calate con una carrucola nel lago, legate a una sedia. Il principio dell’inquisizione era che se erano streghe, creature del diavolo, si sarebbero slegate e sarebbero sopravvissute (e quindi catturate e messe al rogo)..

Siracusa,l’Asp
ammette gli errori.
Sos all’Umberto I

"Delatori che gettano gratuitamente discredito sulla sanità di Siracusa", così Lucio Ficarra direttore generale della ASP di Siracusa apostrofava i dirigenti della sindacali (cioè con loro ce l’aveva, ma Ficarra è sempre un po‘ ermetico) nel comunicato del 5 aprile scorso rispondendo ad una nota del sindacato dal titolo “Pronto soccorso focolaio”. L’intervento chiedeva chiarezza su quanto affermato dal famoso “Infermiere mascherato” bollato dal direttore come “l’anonimo protagonista di un filmato per il quale ad oggi non ci sono riscontri di veridicità su quanto detto”. Si sa come andarono le cose. L’autore è stato identificato subito de forze dell’ordine e sentito in Procura come “persona informata dei fatti”, s’è scoperto che sostanzialmente aveva pure ragione (e peraltro poi ha ricevuto il responso del tampone positivo) e quindi si sarebbe potuto..

Siracusa e il Covid:
le risposte indiscrete
che l’Asp non dà

Quanti sono i sanitari contagiati all’Umberto I e in quali reparti? Perché non arrivano le risposte sui tamponi? Che ha fatto il Covid Team? Arriverà l’Esercito o la Croce Rossa? Ficarra e Madeddu cosa aspettano a dimettersi, o almeno ad annunciare che alla fine dell’emergenza se ne andranno? I vertici ASP, e in generale ai vertici istituzionali cittadini, dovrebbero dare delle risposte a Siracusa, magari ispirandosi a Lee Van Cleef nei panni del colonnello Douglas Mortimer. In “Per qualche dollaro in più”, replicando a Gian Maria Volontè (el Indio), il colonnello dice: “Le domande non sono mai indiscrete, le risposte a volte lo sono”. Risposte si attendono; possibilmente senza atteggiamenti risentiti o di lesa maestà come accaduto con l’infermiere mascherato. Ma le risposte mancano e questa assenza alimenta leggende, paure,..

Ho visto Hammamet
Il “mostro” è Favino

Già grandissimo nell'interpretazione di Buscetta, l'attore supera se stesso con Craxi. Oltre all'aspetto fisico, la voce è la sua, i movimenti sono i suoi, l'incedere è il suo. Il resto, invece, è noia